Castelvecchio Calvisio

Castelvecchio Calvisio Castelvecchio Calvisio

Adagiato in una piccola conca, il paese di Castelvecchio Calvisio risale ad epoca romana come attestano numerose epigrafi rinvenute sul suo territorio[1].

 

borgo

i due borghi

Il borgo faceva parte della baronia di Carapelle e di quel periodo conserva ancora la struttura fortificata a forma ovoidale, la cinta di case-mura e tutte le antiche porte: Porta di Torre Maggiore, ad ovest, la porta del Ponte Levatoio a nord-ovest e quella di S. Martino a sud, dove e’ presente un’altra porta, ormai fatiscente.

 

vicolo di Castelvecchio Calvisio

borgo

 

Dalla Porta di Torre Maggiore si accede al paese sulla Piazza che ospita il Palazzo del Capitano.

Qui si trova la chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista, un tempo palazzo fortificato, che mantiene ancora tracce di feritoie. La facciata in conci di pietra squadrata ha un bel portale rinascimentale e l’interno, diviso in due navi, conserva un altare barocco[2]

Poco distante dal paese vi è la chiesa di S. Cipriano risalente all’VIII secolo; fu costruita sopra un tempio dedicato alla dea Venere e conserva all’interno tracce di affreschi.



[1] C.I.L. XI, 3517, 3519, 3523, 3533, 3544, 3545, 3556.

[2] W. MORICO,Castelvecchio Calvisio. Storia e territorio.L’Aquila 2004

 




← back ← torna ai libri